https://lorenzaaccardo.it

Il Professional organizer | Tutto quello che vorresti sapere prima di chiamarmi

18/02/2019, by LORENZA, in Stile di Vita, 0 comments

Sai chi è e cosa fa un

Professional organizer?

 

Ti vorresti far aiutare da questa figura professionale ma non hai ancora capito cosa faccia in concreto?

 

Cercherò di fugare tutti i tuoi dubbi con questo post. Sapere e conoscere bene quali vantaggi puoi ottenere da una mia consulenza può esserti di aiuto per passare dal “voglio chiamarla” a “l’ho chiamata per farmi aiutare”.

 

Spesso è la paura derivata da una non conoscenza a bloccarci dall’agire. Non so tu, ma se io conosco bene tutti i vantaggi, i termini, i costi, le procedure, mi sento più tranquilla, non ho cerchi aperti, non ho paura di avere delle “brutte sorprese” e sentirmi così al sicuro mi permette di lasciarmi andare e farmi aiutare.

 

Il mio lavoro lo definisco affascinante e coinvolgente, è uno di quei lavori che quando lo fai pensi “sono felice di alzarmi e andare al lavoro”.

 

Sai perché per me è così? Perché ogni nuovo cliente mi permette di imparare qualcosa. In questo lavoro non ci sono solo io che vengo da te, ti do un servizio, torno a casa e sotto un altro.

 

No, dopo ogni lavoro mi porto a casa un bagaglio nuovo pieno di esperienze quasi mai fatte prima, per merito tuo. Il lavoro di per se è sempre lo stesso, i metodi organizzativi sono bene o male quelli. Sei tu che fai la differenza.

 

Tu sei il valore aggiunto del mio lavoro, perché è da te che io imparerò. E ogni volta è una esperienza diversa.

 

Tutto ciò che posso fare per te lo trovi qui. Disorganizzazione cronica e accumulo in casa e nello stile di vita, riorganizzazione degli spazi della casa, prima e dopo un trasloco, assistente organizzativa on-demand al lavoro, riorganizzazione archivi e scrivanie sia al lavoro, sia nel tuo home office.

 

Prima di chiamarmi è giusto che tu sappia che:

 

  • lavoreremo insieme, salvo che a te non interessi imparare l’organizzazione per motivi che mi spiegherai

 

  • a seconda del lavoro che andremo a fare, staremo insieme da qualche ora a qualche giornata, quindi ci dovremo piacere

 

  • per piacerci ci incontreremo prima, quando prenderemo un caffè insieme o quando verrò a fare un sopralluogo a casa tua, o solo al telefono o via Skype perché non potrò raggiungerti fisicamente per via della lontananza

 

  • ci parleremo e tu dovrai raccontarmi cosa c’è che non va e perché pensi di aver bisogno di me

 

  • se non te la sentirai di parlare ma sarà la tua casa a farlo per te, io capirò

 

  • se ti vergognerai, io non giudicherò

 

  • se avrai un momento di scoramento ne parleremo insieme. Hey, nessuno ti correrà dietro, con calma vedremo come risolvere il problema

 

 

Se vuoi sapere cosa faremo materialmente insieme, sappi che:

 

  • non verrò a casa tua, la rivolterò come un calzino vecchio e bucato, stravolgerò tutto e tutti e poi me ne andrò

 

  • non riorganizzerò la tua quotidianità e i tuoi impegni dandoti liste da seguire (forse qualcosina si però ♥), quelli che io chiamo “consigli per gli acquisti”, o tutto ciò che non ti piace fare

 

  • non sono un investigatore privato che dovrà trovare prove della tua “infedeltà” se mi accorgerò che non stiamo ottenendo alcun risultato. Attenzione alla sottile differenza: non posso farci niente se non ti impegni. No miracoli su questa terra

 

  • tu sarai lì con me quindi decideremo insieme come sgomberare, riorganizzare, cosa eliminare e cosa tenere, come gestire e riorganizzare il tempo e la tua quotidianità

 

E’ vero anche che molto dipende da te e dalla tua forza di volontà e autodisciplina, ma di questa cosa non dovresti avere paura, anzi, il fatto che sia tu a poter decidere fino a che punto spingerti, dovrebbe incoraggiarti molto!

 

Poi:

 

  • ti darò qualche compitino

 

  • verificheremo insieme se le tue nuove routine funzionano, altrimenti le cambieremo

 

  • se l’indecisione è parte di te, lasciati consigliare dalla mia esperienza. Allena la tua fiducia nei miei confronti

 

 

Quello che riscontro ancora oggi, nonostante questa figura professionale sia conosciuta e riconosciuta legalmente (Legge 4/2013), è il mancato riconoscimento di una esigenza da parte di chi è disorganizzato. Manca il passaggio dal “non ce la faccio più, avrei bisogno di un aiuto in casa, al lavoro, nella quotidianità perché la disorganizzazione ha preso il sopravvento” al “ho chiamato un professional organizer che mi ha risolto il problema”.

 

E’ un problema di costi? Il Professional organizer ti aiuta anche a gestire il tuo budget, lo sapevi?

 

E’ solo la paura che ti blocca? Lo sai che lavoro in collaborazione con una psicoterapeuta fantastica? Si chiama Donata Bruzzi e se vuoi possiamo prepararti un percorso personalizzato.

 

Hai voglia di raccontarmi privatamente qui se una delle due opzioni è il nodo che blocca l’azione?

 

Lorenza

 

Foto by Marco Pasini