fbpx

Quanto vorrei avere il parquet

27/06/2018, by LORENZA, in Organizzazione domestica, 0 comments

Sfoglio spesso riviste che parlano di case e puntualmente rimango affascinata dalla bellezza degli arredamenti e dei parquet

 

Ci sono innumerevoli soluzioni, continue novità, evoluzioni di materiali!

Tutto, comprerei tutto, e se potessi cambierei ogni anno gli arredamenti di casa mia.

Sono vent’anni che vivo qui ed eccetto la camera da letto, non ho mai cambiato nulla.

 

Ti capita di girare nelle stanze e non riconoscerti più con le mattonelle del bagno o con il mobiletto dell’ingresso? A me capita spesso, ora poi più che mai. Giro, mi guardo intorno e non mi piace più nulla. Mi chiedo anche come ho potuto acquistare certi suppellettili!

 

Il colori, cavolo, sono quelli che mi fanno impazzire di più. I pavimenti ed i muri, il colore della cucina o della libreria… bah…ma chi è quella che li ha comprati?

 

Sono cambiata in questi vent’anni, non ho di certo i gusti e le esigenze di quando avevo trent’anni. Ora ho una diversa consapevolezza di me, di quella che sono e soprattutto di ciò che voglio e in cosa voglio riconoscermi.

 

Amo i colori ma ora ce ne sono troppi. Ne vorrei uno solo di base, con tocchi di colore diversi in ogni stanza. Sogno il parquet, cavolo, quello in rovere grigio con fibrature e venature calde ed avvolgenti.

 

Amo la luce e adoro, e dico ADORO quelle immense vetrate esposte a sud-est che permettono ai raggi del sole di entrare dall’alba al tramonto.

 

Quando la casa non rispecchia più ciò che siamo, può diventare un problema. Ok, allora io ce l’ho. Ho analizzato la gamma delle emozioni e mi sono chiarita: sto provando frustrazione e amarezza dovute alla poca disponibilità economica attuale, ma provo anche gioia e felicità per essermi evoluta in questi anni ed aver desiderio di cambiare e vivere situazioni nuove.

 

Ora posso decidere cosa fare e determinare se cambiare o no questa situazione. Il fatto che tutto dipenda sempre da me e da come voglio vivermi le situazioni di vita, gli imprevisti ed anche i sogni, mi incoraggia sempre tantissimo. Lamentarsi è solo un enorme spreco di energie ed io invece le voglio utilizzare per capire come agire.

 

Gli accadimenti della vita sono normale amministrazione e non mi capacito ancora di come le persone possano pensare di esserne esenti, magari solo sfiorati dalla sofferenza. O hai avuto un gran culo, ma proprio grande, oppure anche tu ogni tanto ti ritrovi immerso nella merda fino al collo come me.

 

La mia voglia di parquet, oltre ad essere vera, è anche una metafora che mi è servita per dirti che tutto si può trasformare a patto che ci si rimbocchi le maniche, a patto che ci si ascolti e si prenda atto di un disagio che ci sta rovinando la quotidianità. Se la casa in cui vivi è in un vortice di caos e disorganizzazione e tu non ci stai più bene, hai solo due soluzioni:

 

o soccombi

o cambi

 

Cosa hai intenzione di fare?

Lorenza

 

Se hai deciso di cambiare, e lo spero vivamente, puoi rimanere in contatto con me attraverso la Newsletter.