fbpx
www.lorenzaaccardo.it

Stress in ufficio? Quando l’organizzazione ci viene in aiuto

07/11/2018, by LORENZA, in Organizzazione al lavoro, 0 comments

Stress in ufficio ne abbiamo?

 

 

Anche tu minimizzi il problema da anni perché non puoi fare diversamente, senza quel lavoro saresti perduto? 

 

L’INAIL ci dice in una comunicazione del settembre 2017 che lo stress è “una condizione che può essere accompagnata da disturbi o disfunzioni di natura fisica, psicologica o sociale ed è conseguenza del fatto che gli individui non si sentono in grado di corrispondere alle richieste o alle aspettative riposte in loro”.

 

Lo stress da lavoro-correlato pertanto può interessare potenzialmente ogni luogo di lavoro e ogni lavoratore in quanto causato da ⇒ aspetti diversi strettamente connessi con l’organizzazione e l’ambiente di lavoro⇐

 

4 lavoratori su 10 al livello europeo ritengono di essere stressati sul lavoro ma questo è un dato vecchio e purtroppo in Italia non abbiamo al momento statistiche di riferimento. Temo che questo numero sia comunque sottostimato.

 

Alcune delle motivazioni che causano stress al lavoro sono:

  • eccessivo carico di lavoro
  • mancanza di libertà decisionale
  • inadeguatezza della programmazione delle attività aziendali
  • disorganizzazione
  • ruoli e compiti non ben definiti
  • ambiente di lavoro conflittuale
  • assenza di formazione o affiancamento
  • difficoltà a conciliare lavoro e famiglia
  • pressioni psicologiche
  • demansionamento
  • precarietà e flessibilità

 

Argomento caldissimo e ti dico subito che non ho soluzioni in pronta consegna per te, ma possiamo ragionare su alcuni aspetti che riguardano proprio la disorganizzazione, presentissima tra le voci sopra citate.

 

Sono convinta, per la mia esperienza professionale attuale e anche passata, che oggi come oggi sia necessario avere tutta una serie di COMPETENZE ORGANIZZATIVE per ridurre lo stress sul posto di lavoro:

 

  • essere organizzati rende il flusso di lavoro più snello.
  • avere chiarezza in merito al tuo ruolo all’interno dell’ufficio e dell’azienda ti permette di capire quali sono i confini tra i tuoi compiti e le tue responsabilità e quelle dei tuoi colleghi.
  • essere organizzati significa saper gestire bene il proprio tempo e di conseguenza riuscire a dare scadenze ben definite su progetti.
  • sapere di non poter essere multitasking ti permette di capire quali sono i tuoi limiti e di conseguenza di non cadere nella trappola dello stress da lavoro correlato.
  • l’essere organizzati permette di adattarsi più facilmente al cambiamento e magari anche di capirlo in anticipo (no dico scherziamo? questa è la competenza più importante).
  • ti insegna a DELEGARE.
  • ti permette di trovare il tempo per migliorare te stesso attraverso studio, corsi di formazione, ecc..

.

→Altresì, la disorganizzazione porta a:

  • non concludere la maggior parte dei progetti
  • avere scrivanie fagocitate dal caos
  • affannarti ogni singolo giorno per riuscire ad arrivare a sera
  • saltare da un lavoro ad un altro e farli male entrambi
  • avere una perenne confusione in testa con mille cerchi aperti
  • e forse (è una ipotesi da valutare)… essere vittima dello stress da lavoro correlato

 

Insomma, non posso che sostenere che avere tutta una serie di competenze organizzative aiuta a sentirsi meglio e aiuta a gestire la quotidianità lavorativa.

 

Se pensi che nel tuo ufficio o nella tua azienda non ci siano margini di miglioramento per diversi motivi, anni fa, in un momento di grande debolezza questo libro mi aiutò, molto. Raccontami, per favore, se lo hai letto e se ti è stato di aiuto.

 

Lorenza

 

Vuoi delegarmi una parte del tuo lavoro perché non ce la fai più? Ecco cosa posso fare per te.

⇒ Puoi leggere questo post per avere qualche info in più.